I NEW YORK METS VOGLIONO FARE SUL SERIO: DOPO GRANDERSON, ARRIVA ANCHE BARTOLO COLON

Altro colpo per i Mets che non vogliono essere considerati la “seconda squadra” di New York e cercano di mantenere il passo dei più quotati Yankees. Ecco quindi che, dopo la firma di Granderson, arriva quella di Bartolo Colon che, accettando il biennale da 20 milioni di dollari offertogli, approda al City Field.

Il pitcher partente che sta vivendo una seconda giovinezza dopo i due ottimi anni  passati ad Oakland cambia maglia per l’ottava volta in carriera, e alla soglia dei 41 anni si prepara ad affrontare la sua diciassettesima stagione da professionista.

Purtroppo non posiamo dimenticare che il dominicano nel 2012 ha subito una squalifica di 50 partite per doping.
Tuttavia sembra essersi lasciato questi problemi alle spalle anche grazie ad un 2013 assolutamente convincente:salito sul monte per 30 volte in questa stagione ha vinto 18 partite contro le 6 sconfitte. Ha concesso solamente 29 basi ball in 190 1/3 innings lanciati, mettendo a segno 117 strikeouts e terminando con una ERA di 2,63 (seconda migliore della American League) e impreziosita dai 3 shutouts che ne fanno il leader di questa particolare classifica.

In carriera ha un record di 189-128 (vittorie/sconfitte) maturato in 2583.2 innings lanciati nelle 411 partite disputate. Il suo esordio è avvenuto il 4 Aprile del 1997 quando indossava la casacca dei Cleveland Indians.

di Michele Acacia


Nella foto, il caricamento di Bartolo Colon con la divisa della sua oramai ex squadra degli Oakland Athletics (Ronald Martinez/Getty Images North America da Zimbio.com).