E' NATO IL CAPITOLO ITALIANO DI SABR

Scritto da Daniele Mattioli  | 
Qualche giorno fa è nato il capitolo italiano di SABR, che è stato intitolato a Ed Abbaticchio. Questo il comunicato stampa che illustra l'importante introduzione.

Gli appassionati di baseball sicuramente avranno sentito parlare di SABR, se non per il suo lavoro di ricerca storica quantomeno per la “scienza” che da questo è derivata, la “sabermetrica” che negli ultimi anni ha rivoluzionato il modo di leggere le statistiche dei giocatori di baseball.
Nata nel 1971 grazie al lavoro di 16 appassionati, negli anni SABR si è sempre più allargata, e ad oggi conta circa 6.000 iscritti. I capitoli SABR, che si occupano di ricerca storica locale, sono in continuo aumento, e dopo aver coperto praticamente tutti gli Stati Uniti negli ultimi anni sono nati diversi capitoli internazionali, dal centro America all'estremo oriente.
L'8 gennaio scorso, il consiglio direttivo di SABR ha approvato la nascita del capitolo italiano intitolato ad Ed Abbaticchio, il primo italo-americano a giocare come professionista nella Major League.

Nato a Latrobe, Pennsylvania, il 15 aprile 1877, Edward James “Batty” Abbaticchio non è stato soltanto il primo figlio di emigranti italiani a giocare in una squadra di Major League ma, con la sua esperienza maturata nel 1895 nella squadra di football di Latrobe, è stato anche il primo atleta in assoluto a giocare contemporaneamente per due squadre professionistiche di due sport diversi.
I genitori di Abbaticchio, Arcangelo Raffaele Abbaticchio e Maria Filomena Sorrentino, erano originari della Campania, più precisamente delle penisola sorrentina. Nel 1873, anticipando di un decennio la “Grande Migrazione” dall'Italia verso gli Stati Uniti, il padre di Ed si imbarcò per raggiungere il nuovo mondo. Due anni dopo, stabilizzata la propria situazione economica, venne raggiunto dalla moglie e dai loro 5 figli.

La carriera professionistica di Ed Abbaticchio iniziò nel 1897, quando il giovane Edward venne messo sotto contratto dai Philadelphia Phillies, giocando 3 partite nel finale di stagione. In totale, nei 9 anni di carriera in Major League, in cui si è diviso tra interbase e seconda base, Abbaticchio è sceso in campo 855 volte, raccogliendo 772 battute valide. Nel 1910, un anno dopo aver vinto la World Series con i Pittsburgh Pirates, decise di ritirarsi. Nella sua carriera ha vestito le maglie di Philadelphia Phillies, Boston Beaneaters, Pittsburgh Pirates e Boston Doves.
Honus Wagner, leggendario interbase dei Pirates, ha detto di lui: “Batty è stato uno dei migliori del suo tempo come giocatore, ed uno dei migliori di ogni epoca come uomo e vero amico. Nessuno ha mai avuto un compagno migliore in quella zona del diamante.”

Basato a Sorrento, nelle terre d'origine della famiglia di Abbaticchio, il capitolo italiano di SABR (il secondo in Europa dopo quello britannico intitolato a Bobby Thomson) nasce dalla volontà di alcuni appassionati di svolgere un lavoro di ricerca per quanto riguarda la storia del baseball nel nostro paese, raccogliendo dati ed informazioni su giocatori e partite giocate sul territorio nazionale, analizzando e rendendo note con regolarità le ricerche effettuate, anche attraverso la convocazione di un convegno annuale. Inoltre, il capitolo SABR Italia si prefigge l'obiettivo di offrire una vetrina privilegiata al lavoro già svolto da SABR negli Stati Uniti, traducendo testi e pubblicazioni per gli appassionati italiani.

Il progetto SABR Italia è estremamente ambizioso ed imponente. Per questo il Capitolo “Ed Abbaticchio” rivolge un caloroso invito a tutti gli appassionati italiani (a partire dai privati e dalle istituzioni che hanno già svolto in passato un lavoro simile a quello che si propone SABR Italia) che volessero condividere questa avventura a farsi avanti per collaborare al progetto. Tutte le informazioni necessarie per entrare a far parte della grande famiglia SABR possono essere reperite sul sito del capitolo italiano www.sabritaly.org oppure scrivendo all'indirizzo [email protected]