IL NOVARA SI CANDIDA AL RUOLO DI OUTSIDER DEL CAMPIONATO

Arrivata sul filo di lana al traguardo di questa IBL 2016, per prendere il posto del Godo Knights, la società Novara Baseball ha approfittato del periodo invernale per trattare nuovi acquisti che possano renderla protagonista del prossimo campionato.

Molte ed interessanti le novità, cominciando dal manager Clayton Carson, californiano, con un passato di tecnico non solo in America, ma anche in Europa, dove lascia gli Zurich Challengers, sua ultima creatura nella divisione elvetica nel 2015. Durante l'inverno ha svolto attività tecnica in Australia, con i Golden Glove Central District Dodgers nella South Australia State League. A inizio marzo sarà a Novara per prendere le redini della squadra, insieme agli altri tecnici che tornano alla società dai loro impegni in altri lidi.

Con Carson, infatti, tornerà ad allenare un squadra di club Gianmario Costa, già giocatore di grande valore, oggi manager di successo, basti ricordare che, sotto la sua responsabilità,la Nazionale juniores ha conseguito il titolo europeo nel 2013 e nel 2015, anno, quest'ultimo, che lo ha visto anche partecipare al Mondiale di categoria. In particolare il Novara è la stessa squadra con la quale, nel 2014 ha vinto la Coppa Italia di serie A federale.

Con Costa, torna anche Filippo Spataro, già giocatore storico del Novara e attualmente all'Accademia Piemonte. Nel suo passato anche il Vercelli in serie B ed esperienze in IBL, nel 2011 e 2012. Infine Stefano Musumeci, ottimo traghettatore del Porta Mortara, dalla serie C alla serie B. Già giocatore del Novara, con un passato in IBL dal 2011 al 2013. Si prevede, per lui, un campionato piuttosto faticoso, fra i doveri di allenatore e quelli di giocatore. Ci sarà anche Adriano Varalda ad assistere i coach in qualità di preparatore atletico. Lui che ha avuto grandi soddisfazioni dal suo lavoro, in tante diverse discipline sportive, sarà a disposizione della società di baseball per coordinare le varie fasi della preparazione, fin da questa pre-season.

Ad una squadra di ottimi coach, il presidente Pillisio non poteva esimersi di offrire la possibilità di lottare per una buona posizione in classifica. Ecco, allora che si sono sommati alcuni ottimi acquisti.

Jonathan Aristil. lanciatore dominicano, 29 anni, un passato nelle minors statunitensi, al momento impegnato nelle finali del massimo campionato del Nicaragua con i Gigantes di Rivas. Il fatto che sia tesserato da free agent, e molto richiesto in Messico, potrebbe rendere incerta la sua presenza e, pertanto la squadra di Novara, potrebbe aver bisogno di un altro lanciatore, per poter ben affrontare le grandi dell'IBL attuale. Ecco perché la società ha aggiunto al nome i Aristil anche quello di Jonathan Stanley Loaisiga Estrada, lanciatore, 21 anni, elemento di rilievo nella nazionale nel suo Paese, sta giocando nei Gigantes di Rivas insieme a Josè Escalona del Rimini. Nella regular season ha vinto 3 partite e ne ha persa 1 sola, con 3,51 di ERA su 33,1 inning lanciati.

In arrivo anche l'interbase californiano Joe Wittig, 27 anni dal Santa Rosa Junior College, giocatore di leghe “pro” dove si è distinto con un buon 300 in media battuta e, l'anno scorso, nella German Regional League Southeast, è stato il miglior battitore con una media 465, con 6 fuoricampo e secondo lanciatore con 10 partite vinte, 1 persa e 109 strikeout totali, al momento e fino a marzo è impegnato nella South Australian State League. Wittig, inoltre, ha offerto la propria disponibilità ad occuparsi del settore giovanile. Già insegnante alla Junior Varsity High School, vuole continuare la propria attività, alternativa al suo campionato, per crescere i ragazzi del baseball. Non ultima ragione per la sua scelta, oltre alle ottime referenze offerte dai suoi precedenti, il fatto che Wittig ha i nonni materni italiani e questo lo porterà ad ottenere, presto, il passaporto italiano.

Dal Venezuela arriverà Jairo Josè Marquez, catcher, 27 anni. Ha iniziato la carriera con i Pittsburgh Pirates. E' buon battitore vicino ai 300 di media battuta. Nel 2013 ha giocato a Reggio Emilia, in A1 ed ha concluso con una media battuta di 295. Nel 2015 nei Rangers Redipuglia, in A federale, finisce il campionato con una media battuta di 387, con 4 fuoricampo, 33 punti battuti a casa,con una prestazione in difesa assolutamente impeccabile, sottolineata da un fielding a 1000.

Dopo aver smesso la casacca dei Godo Knights, vestita negli ultimi due campionati, arriva Yulman Asdrubal Ribeiro Perez, lanciatore, venezuelano, 31 anni,ottimo rilievo, ha giocato prevalentemente nella Lega del suo Paese, con squadre come i Leones de Caracas e le Tigres de Aragua. per citarne solo alcune.

Per quanto riguarda i giocatori italiani, invece, il Novara ha da poco reso ufficiale l'arrivo in prestito dalla Fortitudo Bologna dei lanciatori Alex Bassani, Davide Anselmi e dei battitori Lorenzo Dobboletta e Filippo Agretti, tutti prospetti desidorosi di poter dire la loro in un torneo come quello della IBL.

Quindi è, evidentemente, forte la volontà di questo Novara di mettersi in luce nel prossimo campionato, rafforzando l'intelaiatura con i nuovi arrivi stranieri, senza però distrarre l'attenzione dalla rifinitura di una compagine ben strutturata in ogni suo reparto, per la quale stanno lavorando sia gli allenatori che il presidente, con rinnovate motivazioni.

di Cristina Pivirotto


Nella foto, Jonathan Aristil in azione (da FIBS.it).