I DETROIT TIGERS PUNTANO A RITORNARE ALLE WORLD SERIES

Finalmente, a piccoli passi, ci stiamo avvicinando agli allenamenti primaverili che precedono l'inizio della nuova stagione 2014. L'inverno ha portato diverse novità a Detroit. Dopo tanti anni alla guida dei Tigers il manager Jim Leyland ha deciso di ritirarsi ed è stato sostituito con un allenatore esordiente, alla sua prima esperienza nella Major League ma con ottime credenziali al suo attivo. Stiamo parlando di Brad Ausmus, che tra le altre cose conosce molto bene l'ambiente avendo giocato proprio a Detroit.

Ausmus si ritroverà tra le mani una squadra di primo livello, forse più completa rispetto a quella dell'anno passato e arrivata ad un passo dalle World Series.

Il gruppo dei lanciatori è stato infatti migliorato con l'inserimento di Joe Nathan nel ruolo di closer, mentre l'arrivo di Ian Kinsler (scambiato per Prince Fielder con Texas) porterà certamente tre novità. L'ex Rangers occuperà la seconda base, Miguel Cabrera tornerà in prima mentre l'importante e difficile ruolo di difesa dell'hot corner sarà affidato al giovane e promettente Nick Castellanos.

Nell'outfielder la new entry è rappresentata da Rajai Davis, arrivato dai Totonto Blue Jays, che affiancherà l'ormai veterano Jackson e Hunter.

Come detto poco sopra, la squadra è rimasta molto competitiva, grazie anche alle mosse del General Manager Dave Dombrowski, che sta lavorando molto bene, supportato dal propietario del club che sta facendo uno sforzo economico notevolissimo per una città come Detroit, construendo e migliorando anno dopo anno un team che possa finalmente vincere le World Series.

di Michele Italia


Nella foto, Miguel Cabrera, stella della squadra (Thearon W. Henderson/Getty Images North America da Zimbio.com).