TIM RAINES, JEFF BAGWELL E IVAN RODRIGUEZ ELETTI NELLA HALL OF FAME DELLA MAJOR LEAGUE

Da qualche ora Tim Raines, Jeff Bagwell e Ivan Rodriguez sono a tutti gli effetti a Cooperstown, ovvero nell'Olimpo del baseball. Nella nottata italiana tra mercoledì 18 e giovedì 19 gennaio, i 3 giocatori hanno infatti superato la fatidica quota del 75% dei voti della stampa specializzata americana e sono così stati eletti nella Hall Of Fame della Major League.

Per poco hanno mancato lo storico accesso nella Hall Off Fame lo storico closer Trevor Hoffman (fermatosi al 74%, escluso per 5 voti) e il potente battitore Vladimir Guerrero (71%). Edgard Martinez, bandiera dei Mariners, è stato il giocatore che ha ottenuto, in percentuale, l'aumento più importante nelle votazioni tra i candidati (da 43.4% nel 2016 al 58.6 del 2017) ma non è bastato per entrare in questa tornata a Cooperstown.

Tim Raines (86% di voti), che ha indossato la divisa dei Montreal Expos in 13 delle sue 23 stagioni trascorse in Major League, è considerato uno dei migliori leadoff nella storia della MLB. Ha disputato 2502 partite in Grande Lega con una media battuta di .294 per 170 fuoricampo, 808 basi rubate, 1571 punti segnati e 980 punti battuti a casa.

Jeff Bagwell (86.2% di voti), invece, nella sua carriera durata 15 anni in Major League ha giocato soltanto per gli Houston Astros, dimostrando tutte le sue grandi qualità di battitore. In 2150 partite ha chiuso con una media battuta di .297 per 449 home run, 202 basi rubate, 1517 punti segnati e 1529 punti battuti a casa.

Considerato da tutti come uno dei più grandi ricevitori della storia del baseball, Ivan ''Pudge'' Rodriguez (76% di voti) ha indossato diverse divise nei suoi 20 anni di carriera in Grande Lega, tra cui quelle dei Texas Rangers, dei Florida Marlins e dei Detroit Tigers. Vincitore di ben 13 Gold Glove Awards (premio di miglior difensore) e di 7 Silver Slugger Awards (miglior battitore), Rodriguez vanta una media battuta vita di .296 con 311 fuoricampo, 1354 punti segnati e 1332 punti battuti a casa. In difesa soltanto il 46% dei corridori (661 su 1447) è riuscito a rubargli una base.

di Daniele Mattioli


Nella foto, Bagwell, Raines e Rodriguez (da Sports.Yahoo.com).