Notte magica a San Diego

Serata ricca di emozioni, in MLB, nella sfida tra i Padres ed i Nationals

Scritto da Mirco Monda  | 

Partita ricca di emozioni al Petco Park di San Diego. In campo ci sono i Washington Nationals ed i padroni di casa dei Padres. La sfida sul monte vede Max Scherzer opposto a Yu Darvish, un pitcher duel da leccarsi i baffi tra due dei migliori lanciatori in circolazione.

L’attacco degli ospiti, però, non è d’accordo e inizia fin da subito a macinare punti, 3 al primo inning, 3 al terzo e 2 nella parte alta della quarta ripresa. Al cambio campo, quindi a metà incontro, Washington è avanti 8 a 0 con Scherzer in pieno controllo del match. I tifosi della capitale avranno sicuramente pensato ‘’questa è nostra’’, ma è proprio in quel momento che inizia la serata magica dei Padres.

Fernando Tatis Jr batte il suo 28° fuoricampo stagionale ed accorcia le distanze. Il colpito di Machado, il singolo di Grisham ed il colpito su Hosmer riempiono le basi mentre la base ball a Myers porta San Diego a 2 punti.

Nel box entra Daniel Camarena, lanciatore da poco entrato in partita in sostituzione di Darvish, e con il conto di 2 strike ed 1 ball legge perfettamente il lancio di Scherzer mandandolo oltre le recinzioni per il suo primo fuoricampo in carriera in Major League nonché per il suo primo valido in carriera in MLB.  Grazie a questa suo impresa, Camarena, è diventato il secondo lanciatore della storia dei San Diego Padres a battere un grande slam (fuoricampo a basi piene). Prima si lui solo Mike Corkins, nel 1970, era riuscita in un gesto simile. In tutta la storia della MLB, invece, il californiano è il primo rilievo a battere un fuoricampo a basi piene dal 1985, quando Don Robinson lo fece contro i Cubs. Infine, prima di Daniel, solo un lanciatore aveva battuta un grandeslam come prima valida in carriera in Major League , si trattava di Bill Duggleby che lo fece nel 1898, oltre 100 anni fa. In carriera, Max Scherzer, aveva concesso 0 fuoricampo ai lanciatori avversari rendendo il fuoricampo del pitcher californiano una vera e propria impresa storica.

Tornando al match, però, l’attacco dei padroni di casa non si è fermato alla battuta del proprio n.72 che era valso il momentaneo 8 a 6, ma ha continuato a macinare valide con il doppio di Pham ed il singolo di Tatis che hanno ridotto ulteriormente il gap tra le due squadre ad 1 solo punto.  Distanza poi colmata nel sesto inning grazie al secondo doppio di serata di Pham che ha spinto a casa Myers autore, a sua volta, di un doppio.

Sul punteggio di 8 pari, quindi, si è arrivati all’ultimo inning con la difesa californiana capace di fermare lo straripante attacco dei Nationals dal 4° al 9° inning.

L’ultimo attacco dei padroni di casa inizia con il singolo del solito Pham mentre le battute in diamante di Tatis e di Croneworth portano in terza base il compagno di squadra. Il manager dei Nationals decide di passare gratuitamente in base Machado per giocarsi Trent Grisham. La scelta del manager ospite si dimostra errata in quanto l’esterno dei Padres batte un singolo e mette fine alla partita con il punto siglato da Pham fissando il punteggio sull’8 a 9 finale.

di Mirco Monda ([email protected]) 

Nella foto Daniel Camarena (thecomeback.com)