AL VIA IL LOCKOUT DELL’MLB. NESSUN ACCORDO SUL NUOVO CONTRATTO

Le parti non trovano un accordo per il rinnovo del CBA, la MLB si blocca. Stop al mercato ma la stagione non sembra essere a rischio.

Scritto da Mirco Monda  | 

Terminati i 5 anni dall’ultimo contratto collettivo, gli organi della Major League Baseball, i proprietari delle franchigie e gli esponenti della Major League Baseball Players Association si sono riuniti per discutere il nuovo contratto. Le parti, però, non hanno trovato l’accordo per poter proseguire il loro rapporto e dal 2 di dicembre è iniziato il blocco dei lavori. Tale situazione, definita lockout non permette alle squadre di poter ingaggiare i free agents, di poter scambiare giocatori con altre franchigie ed ai giocatori stessi di potersi allenare presso le strutture delle varie franchigie.

Queste le parole del Commisioner MLB, Robert D. Manfred Jr sulle motivazioni di questo blocco : ‘’In poche parole, crediamo che questo blocco durante l’offseason, sia il miglior meccanismo per proteggere la stagione 2022. Ci auguriamo che il lockout possa far ripartire le trattative e portarci ad un accordo che consenta alla stagione di iniziare in tempo.’’

Alla base delle contrattazioni, e delle discordie, vi sono i le nuove regole della Free Agency, il nuovo Draft, la nuova composizione dei playoff ed altri dettagli. Non essendo raggiunti ad un accordo si è giunti al lockout.

Tale blocco, comunque, non dovrebbe compromettere o posticipare la stagione 2022. Il mese di Gennaio 2022, però, sarà il periodo chiave per gli sviluppi di questa situazione.

Di Mirco Monda ([email protected])

In foto Robert Manfred Jr durante un’intervista nel 2017 (fox8.com)