HOLLAND SERIES: L&D AMSTERDAM CAMPIONE DOPO LA RIMONTA SU ROTTERDAM. SAMS E MARTIS DECISIVI IN GARA 7

I Pirates ribaltano la serie con Curaçao e si aggiudicano il titolo. Sotto 3 a 2 nella serie, il team della capitale ha vinto gara 6 per 11 a 5 ed infine la decisiva gara 7 per 4 a 2 grazie alle prove di Sams nel box e Martis sul monte.

Scritto da Mirco Monda  | 

L&D Amsterdam ha vinto le Holland Series contro i Curaçao Neptunus ed è campione d’Olanda per la 6° volta nella sua storia. 

Gli uomini di Michael Duursma, sotto 3 a 2 nella serie dopo aver vinto le prime 2 gare, hanno avuto la meglio contro quelli di Ronald Jaarsma in gara 6, per 11 a 5, grazie ad un big inning da 6 punti che ha indirizzato il match a loro favore. Poi, nella decisiva gara 7, sono state le prove maiuscole del partente dei Pirates, Martis Shairon, autore di una gara completa, e dell’esterno Kalian Sams, autore del fuoricampo della vittoria, da 3 punti, al 5° inning, a decidere l’incontro, per 4 a 2, in favore di Amsterdam. 

Gara 6 ha visto Rotterdam passare in vantaggio per 2 a 0, al secondo inning, grazie al fuoricampo di Boekhoudt con Polonius in base dopo un singolo. Al quarto attacco dei Pirates, il solo-shot di Sams ha accorciato le distanze ma, al cambio campo, Curaçao, ha subito ristabilito le 2 lunghezze di vantaggio grazie alla volata di Van Der Meer. Nella parte bassa della ripresa, però, si è scatenato l’attacco locale che con un big inning da 6 punti ha dato il largo a Richardson e compagni per la vittoria del match.  Il punto di Vos, su lancio pazzo, ha accorciato immediatamente le distanze, poi, grazie al doppio, con basi piene, di Richardson è arrivato il primo vantaggio capitolino. Il successivo singolo di Sams ha portato Amsterdam avanti 6 a 2 ed infine, il singolo di Loopstok ha fissato il punteggio sul momentaneo 7 a 3. Rotterdam ha accorciato subito le distanze nella 6° ripresa con il singolo di Diaz che ha portata a casa Polonius ma i 4 punti dei Pirates tra 7° ed 8° inning hanno chiuso il match a favore dei padroni di casa con il punteggio di 11 a 5.

Dopo l’aver impattato la serie sul 3 a 3, gli uomini di Duursma hanno sfidato i Neptunus, a Rotterdam, per gara 7. A differenza di gara 6, grazie ad un super lavoro del partente Martis, le mazze di Curaçao non sono riuscite a smuovere il punteggio dallo 0 a 0 ed allora, alla 5° ripresa, ci hanno pensato gli ospiti a far registrare i primi punti dell’incontro. Legito ha ottenuto una base ball ed ha raggiunto la terza base sul singolo di Lampe. A far segnare il seconda base di Amsterdam ci ha pensato Schoop con una volata che è valsa l’1 a 0 ed ha portato in seconda Lampe. Con 2 out e corridore in seconda, lo staff tecnico di Rotterdam ha optato per dare la base intenzionale all’MVP del campionato olandese Richardson per giocarsi Kalian Sams. Il clean up dei Pirates, però, ha letto alla perfezione il 5° lancio di Kevin Kelly mandando la pallina oltre le recinzioni per un fuoricampo da 3 punti che ha portato L&D Amsterdam avanti 4 a 0. La risposta dei padroni di casa è arrivata al 6° inning grazie alla battuta in diamante di Diaz che ha permesso a Polonius di siglare il 4 a 1. L’attacco ospite non si è reso più pericoloso ed allora sono stati i padroni di casa a muovere il punteggio cercando di tornare in partita grazie al punto di Bernardina sul doppio di Polonius all’8° inning. L’ultimo attacco Curaçao ha visto Martis eliminare i 3 battitori affrontati e mettere fine al match con il punteggio di 4 a 2 in favore di Amsterdam.

Di Mirco Monda ([email protected])

In foto i festeggiamenti di Amsterdam dopo la vittoria (Henk Seppen)