I MINNESOTA TWINS SPERANO DI AVER SISTEMATO I PROBLEMI DELLA SCORSA STAGIONE

Dopo aver porposto quella che di fatto si è rivelata essere statisticamente la peggior rotazione partente dell’intera Major League, i Minnesota Twins sono intervenuti con decisione sul proprio pitching staff per tentare di estirpare alla radice il problema.

Ed ecco quindi che sono arrivati i due maggiori esborsi nella storia del club per un lanciatore partente. La prima firma eccellente è stata quella di Phil Hughes legatosi ai Gemelli con un contratto da 24 milioni di dollari.
Poi l’ex Yankees è stato letteralmente "surclassato" da Ricky Nolasco, che per lasciare i Dodgers ed accettare di trasferirsi a Minneapolis ha firmato un sontuoso contratto da 49 milioni di dollari. A questi si aggiunge poi Mike Pelfrey, che ha rifirmato con i Twins un biennale da 11 milioni.

Ma i Twins non si sono fermati qui, infatti con il passaggio di Joe Mauer da catcher a prima base, ci voleva qualcuno in grado di guidare questa ottima batteria partent ed ecco arrivare quindi Kurt Suzuki. Il giocatore originario delle Hawaii era tornato agli A’s a metà della scorsa stagione, ma la scintilla non è scoccata e di conseguenza Suzuki è stato costretto a cercarsi una nuova squadra. Questo potrebbe essere un acquisto quasi decisivo per i Twins, perché se è vero che il catcher in battuta non è il migliore del suo ruolo, è altrettanto vero che nella fase difensiva ha ben pochi rivali.

di Michele Acacia


Nella foto, Joe Mauer dopo aver colpito un fuoricampo (J. Meric/Getty Images North America da Zimbio.com).