I NATIONALS ALLE PRESE CON IL ‘’PROBLEMA’’ SOTO

Washington ha offerto il rinnovo contrattuale alla propria stella che ha declinato l’offerta aprendo mille scenari diversi per il futuro dei Nats.

Scritto da Mirco Monda  | 

I Washington Nationals, campioni della Major League Baseball nel 2019, hanno proposto il rinnovo contrattuale alla propria stella, Juan Soto, per 440 milioni di dollari in 15 anni ma il neo campione dell’Home Run Derby 2022 ha declinato l’offerta.

Tale rifiuto ha creato non poco panico trai i tifosi dei Nats, reduci dal ‘’caso Harper’’ del 2018, che temono un bis. All’epoca, la stella della franchigia capitolina, Bryce Harper aveva rifiutato il rinnovo contrattuale ed a fine stagione era diventato Free Agents accasandosi, poi, ai Philadelphia Phillies. Tale scenario sembra essere realizzabile anche in questa occasione con Soto che potrebbe accasarsi in un'altra franchigia al termine del proprio contratto senza portare vantaggi a Washington.

Per evitare un ‘’caso Harper n.2’’, il GM capitolino Mike Rizzo sta iniziando a sondare il terreno per un’eventuale trade che comprende il 23 enne domenicano, in cambio di prospetti e giocatori già pronti per la MLB, in modo da poter risollevare il futuro dei Nationals che sono al momento all’ultimo posto della National League Est. Le squadre che sembrano essere più attratte e che potrebbero permettersi l’esterno n.23, sembrerebbero essere: New York Mets, i New York Yankees, i Los Angeles Dodgers (che da Washington hanno già comprato in passato le stelle Max Scherzer e Trea Turner), i San Diego Padres ed i St. Louis Cardinals. Proprio la franchigia del Missouri, nei giorni scorsi, sembra abbia proposto Dylan Carlson, Jordan Walker, Matthew Liberatore, Masyn Winn e Michael Mcgreevy in cambio di Juan Soto.

Le offerte non mancheranno sulla scrivania di Rizzo che, però, non dovrà solo trovare l’offerta giusta per rimpolpare il roster dei Nationals di talento, ma che deve anche piacere all’attuale presidente della franchigia, Ted Lerner. Proprio nel caso di Harper fu il presidente dei Nats a non firmare lo scambio che avrebbe portato il n.34 a Houston in cambio di prospetti che avrebbero rinforzato il farm system e il roster di Washington. Anche oggi Lerner potrebbe essere un problema per la questione Soto. È da tempo, infatti, che la famiglia proprietaria della franchigia sta cercando di cedere la proprietà della formazione capitolina ed alcune voci dicano siano vicini alla chiusura dell’accordo al termine di questa stagione. La presenza di Soto nel roster di Washington, però, potrebbe essere un vincolo nella cessione del club in quanto una sua partenza potrebbe svalutare, e non poco il valore, dei Nats e quindi potrebbe modificare gli accordi del contratto di vendita della franchigia.

Tante opzioni e tanti punti interrogativi in casa Nationals con i tifosi preoccupati per il futuro della squadra, Mike Rizzo alle prese con la scelta dell’offerta migliore ed il titolare della franchigia che potrebbe essere l’ostacolo n.1 in tutto questo.

Di Mirco Monda ([email protected])

In foto Soto con il titolo dell’Home Run Derby 2022 (sportsnet.ca)