Share to Facebook Share to Linkedin Share to Google 

I DODGERS BATTONO GLI ASTROS IN GARA 6 E PORTANO LE WORLD SERIES ALLA DECISIVA SETTIMA PARTITA

Sotto 3-2 nella serie, i Los Angeles Dodgers hanno sconfitto per 3-1 gli Houston Astros in gara 6 e hanno forzato le World Series alla decisiva settima partita in programma nella nottata italiana tra mercoledì 1 e giovedì 2 novembre.

Dopo essere andata in svantaggio al terzo inning a causa del fuoricampo di Springer, la formazione californiana, in grande difficoltà nel leggere i lanci di un ottimo Verlander per gran parte del match, ha ribaltato il risultato tra il sesto e il settimo, grazie al doppio di Taylor e all'home run di Pederson.


Springer porta avanti Houston Dopo 2 riprese favorevoli ai 2 lanciatori partenti, Hill per i Dodgers e Verlander per gli Astros, Houston sblocca il risultato nella parte alta del proprio terzo attacco. Con 2 eliminati, infatti, George Springer spedisce oltre le recinzioni il lancio del partente di Los Angeles per il fuoricampo che vale il vantaggio ospite.

Verlander in missione Los Angeles, costretta a vincere ad ogni costo per portare le World Series alla decisiva gara 7, non riesce a sbloccarsi in attacco. Uno spettacolare Justin Verlander imbriglia infatti le mazze avversarie, subendo soltanto un singolo nelle prime 5 riprese di gioco ed eliminando al piatto ben 8 uomini avversari.

Scarso cinismo Dall’altra parte, invece, gli Astros vanno per 2 volte vicini all’incrementare il proprio vantaggio. McCann apre il quinto attacco della sua squadra con un singolo e raggiunge la terza sul doppio a sinistra di Gonzalez. Hill riesce ad eliminare al piatto sia Reddick che Verlander, prima di concedere 4 ball intenzionali a Springer. Alla ripresa del gioco, c’è Brandon Morrow sul monte di lancio di Los Angeles. Il rilievo fa battere una rimbalzante a Bergman per il terzo out che chiude l’attacco.
Nella sesta ripresa, invece, con 2 eliminati, Morrow subisce il singolo di Gurriel e viene rilevato da Watson. Il nuovo rilievo colpisce poi McCann ma fa battere poi una linea a Gonzalez su Utley, appena entrato in partita, con l’ex Philadelphia Phillies che firma così la terza eliminazione raccogliendo al volo la palla.

Rimonta Dodgers Al cambio campo, i Dodgers ribaltano il risultato. Barnes batte valido e Utley viene colpito. Verlander viene visitato dal proprio staff tecnico ma la mossa non porta i frutti sperati: Taylor batte infatti un doppio a destra per il punto del pareggio. La successiva lunga volata di sacrificio di Seager, raccolta a ridosso delle recinzioni, vale il 2-1 per i Dodgers. Verlander riesce poi evitare guai peggiori facendo battere un pop in diamante a Turner e mettendo strike out Bellinger.

Maeda non trema Gli Astros non subiscono nessun contraccolpo psicologico e continuano a rendersi pericolosi in attacco. Reddick apre il settimo attacco con 4 ball ponendo fine alla prova di Watson, rilevato da Manda. Il pitcher giapponese riesce a far battere in scelta difesa Gattis, ma poi incassa la valida da parte di Springer. La successiva battuta al centro di Bergman è una volata di sacrificio che spinge in terza Fisher, entrato come pinch runner per Gattis. Altuve colpisce poi una rimbalzante ed è il terzo eliminato.

Pederson e Jansen chiudono la gara In occasione del proprio attacco, Los Angeles allunga nel punteggio. Con uno fuori, Pederson infatti affronta Musgrove, entrato al posto di Verlander, e manda oltre le recinzioni la palla del 3-1. La sfida di fatto termina qui. Jansen infatti chiude senza problemi la contesa, lanciando sia l'ottava che la nona ripresa. Così come avvenuto lo scorso anno, le World Series si decideranno alla decisiva gara 7.

di Daniele Mattioli


Nella foto, la gioia dei Dodgers dopo il punto del vantaggio segnato da Chase Utley (da MLB Official Twitter Page).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Informazioni aggiuntive